home > News > Acquisto di case all' asta: ok al "prezzo valore"

Acquisto di case all' asta: ok al "prezzo valore"

27/01/2014

Anche per l'acquisto di case all' asta si deve applicare il regola del "prezzo valore", vale a dire la determinazione della base imponibile dell' imposta di registro mediante la moltiplicazione della rendita catastale per i noti coefficienti di aggiornamento. Ciò risulta dalla sentenza della Corte costituzionale n. 6/2014, che ha dichiarato costituzionalmente illegittima la norma del "prezzo valore" nella parte in cui non prevede la sua applicazione agli acquisto effettuati in sede di espropriazione forzata o a seguito di pubblico incanto.

Il prezzo valore è stato introdotto dalle legge 266 del 2005 e prevede in caso di contratto a titolo oneroso tra soggetti privati, che la parte acquirente possa richiedere che la base imponibile, ai fini dell' imposta di registro, sia costituita moltiplicando la rendita catastale per coefficienti di aggiornamento, indipendentemente dal reale corrispettivo d'acquisto dichiarato nell' atto.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF