home > News > Affitto: OK al pagamento in contanti

Affitto: OK al pagamento in contanti

14/02/2014

Un recente chiarimento del Tesoro ha stabilito che è possibile pagare in contanti gli affitti abitativi fino a 999,99 Euro e "sana" anche la situazione di quei proprietari che avevano ricevuto il canone in denaro a partire dal 1°gennaio 2014. Il divieto di usare il contante per le locazioni abitative di qualsiasi importo, era stato introdotto dalla legge di stabilità 147/2013 art. 1, comma 50, che restringeva ulteriormente la forbice dei pagamenti in contanti previsti dalla legge antiriciclaggio.

Con l'attuale chiarimento, il dipartimento del Tesoro spiega che per documentare la transazione avvenuta tra proprietario ed inquilino, è ad oggi sufficiente una prova documentale chiara, ovvero una semplice "ricevuta".

Questa risoluzione agevola i rapporti tra locatori e inquilini anziani, piuttosto che stranieri o anche turisti e studenti. In caso di più inquilini, il limite dei 1000 Euro a partire dal quale scatta l'obbligo di tracciabilità, va riferito al singolo pagamento, per cui nel caso di un affitto complessivo di 1.500 Euro da dividere tra 3 coinquilini, ciascuno può pagare in contanti i propri 500 Euro senza rischiare sanzioni.

Stampa la Pagina Salva la Pagina in PDF